Bandabardò live in Dublin

Bandabardò live in Dublin

La Storia

Con oltre 1200 concerti e 23 anni di attività, la Bandabardò può dirsi a buon diritto una delle live band più vitali in Italia. I loro concerti, dall’inconfondibile sound folk-rock, sono feste straripanti d’affetto: il pubblico vi partecipa numerosissimo, cantando infaticabile ogni canzone, “duettando” con gli artisti sul palco, in uno scambio d’intesa che non smette mai di sorprendere la Banda stessa. Gli ultimi anni hanno visto estendersi a macchia d’olio la copertura geografica dei tour della Bandabardò, impegnata in lunghe tournée anche all’estero: Francia, Germania, Spagna, Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Polonia, Slovenia e persino Chiapas e Canada.

L’apertura, l’energia e la curiosità del gruppo, hanno portato negli anni a creare interessanti sinergie e collaborazioni con artisti del calibro di: Daniele Silvestri, Max Gazzè, Paola Turci, Stefano Bollani, Patty Pravo, Francesco Magnelli, i Modena City Ramblers, Litfiba, Sergio Cammariere, Marina Rei, Raiz, Bobo Rondelli, Lina Sastri, Marco Calliari, Tonino Carotone e Goran Bregovic.

Nel 2016, dopo un tour di successo in tutta Italia, la Banda si prepara a un nuovo tour europeo curato da TiJ Events, che li porterà a calcare alcuni dei palchi più suggestivi d’Europa. Dal primo CD, “Il Circo Mangione” la Bandabardò ha fatto molta strada e molti, molti concerti, ma è sempre rimasta fedele allo spirito del primo album. Dopo il successo ottenuto (“Il Circo Mangione” vince anche il Premio Ciampi) nel 1998 esce un altro album che conferma il talento del gruppo: “Iniziali B.B.”. Nel 1999 i ragazzi registrano il primo live, “Barbaro Tour”, che esce in copie limitate. Il terzo cd, “Mojito Football Club” esce all’inizio del 2000 e riscuote il favore della critica, venendo eletto come disco del mese da Rockerilla. L’anno successivo la Bandabardò torna con “Se mi rilasso… collasso”, una raccolta di brani live più un brano inedito, “Manifesto” e nel 2002 con “Bondo! Bondo!” il gruppo si propone ancora una volta in tutta la sua ecletticità e versatilità, presentando un lavoro di grande qualità che raggiunge i vertici delle classifiche italiane per alcune settimane.

L’uscita di “Bondo! Bondo!” segna una tappa importante nella storia del gruppo che porta la propria musica in tour in Italia, Spagna, Francia e Svizzera per un anno e mezzo di concerti affollatissimi, facendosi conoscere sempre più anche all’estero. Il 2002 segna inoltre l’uscita di Paolino dal gruppo, sostituito nella tournée invernale da Ughito, percussionista dei Malfunk e vecchia conoscenza dei bardozziani, e poi da aprile 2003 da Ramon ai fiati e alle percussioni. Ramon è da allora parte integrante del gruppo, e ha contribuito in modo significativo anche all’ultimo album. “Tre passi avanti”, esce il 3 settembre 2004 ed e’ seguito da un nuovo lunghissimo tour con molte tappe in Italia e all’estero. Nello stesso anno viene pubblicata l’autobiografia della Banda, scritta con Massimo Cotto e intitolata Vento in faccia, dall’omonima canzone (edita da Arcana). Vento in faccia è anche il titolo del DVD che contiene il concerto di apertura del tour per l’ultimo album, a Firenze, oltre a riprese di backstage e messaggi dei fan.

Collaborano con i Modena City Ramblers nell’album Appunti partigiani del 2005, con il brano i Ribelli della Montagna. Nell’ottobre 2005 esce GE-2001, compilation pubblicata in allegato al quotidiano Il manifesto per raccogliere fondi per i processi seguiti ai Fatti del G8 di Genova. Vari gli artisti che partecipano all’iniziativa, tra questi anche la Bandabardò con il brano La fine di Pierrot. Il 1º settembre 2006 segna il ritorno discografico della band fiorentina con la raccolta Fuori Orario che riceve un ottimo riscontro. Ottavio, è uscito il 5 settembre 2008. L’album comprende un cd di 14 brani e un DVD, in cui la Bandabardò narra la nascita di Ottavio. Più recentemente invece sono usciti: Allegro ma non troppo, il 29 aprile 2010, Sette x uno (novembre dello stesso anno), ed infine nel maggio 2011 Scaccianuvole.

Dopo 3 anni di pausa il 10 giugno 2014 esce l’ultimo album del gruppo intitolato L’improbabile, il primo album della loro storia realizzato per una major, la Warner Music Group.  Nel frattempo la band realizza la colonna sonora del film “L’Universale”, di Federico Micali, che esce nelle sale nell’aprile del 2016. A Giugno 2016 Giugno la Bandabardò ricanta “Lo sciopero del sole” del 1998. Lo “Lo sciopero del sole” è title track del nuovo album e titolo del tour italiano ed europeo della band. in cui il concerto sara’ uno degli spazi di riflessione e sensibilizzazione sui temi ambientali proposti dalla Banda e dai suoi tanti compagni di viaggio.

Manifesto Politico

La Bandabardò ha sposato in pieno la causa dei fricchettoni e del loro leader Fernandez. Sono per la rivalutazione dei rapporti umani, dei miscugli razziali e culturali. Lottano per un mondo a misura di donna e di bambino e per vedere un giorno trionfare allegria e gentilezza.

La Band

Enrico “Erriquez” Greppi: cantante, chitarrista, fondatore ed ideologo della banda, autore dei testi e di gran parte delle musiche.
Alessando M. “Finaz” Finazzo: chitarrista virtuoso
Andrea “Orla” Orlandini: chitarrista abbellitore
Marco “Don” Bachi: contrabbassista
Alessandro Nutini – “il giovane Nuto”: batterista
Carlo “Cantax” Cantini: fonico

Maggiori Informazioni sul Concerto a Dublino

https://www.facebook.com/events/300314830308377/

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...